SEGNALAZIONE VIE FERRATE SCONSIGLIATE

MILANO – Cinque vie ferrate sconsigliate sulle montagne della Lombardia, una ferrata smantellata e nuovi interventi di manutenzione in programma per le prossime settimane. Sono questi i risultati dei rilievi effettuati dalle Guide Alpine lombarde nell’ambito dei lavori di sistemazione degli impianti delle vie attrezzate. Durante gli interventi, finanziati da Regione Lombardia e dal Collegio Guide Alpine Lombardia nell’ambito del Progetto 2015 di promozione della montagna e delle sue professioni, è stata valutata la totalità dei sentieri attrezzati e delle ferrate lombarde.

Dai lavori di valutazione effettuati dalle Guide Alpine sono stati individuati 5 itinerari sconsigliati per cattive condizioni. Sono la via ferrata delle Marmere al Monte Spino, nella zona del Garda-San Michele, in località Salò e Verghere (Brescia); in Val Brembana la via ferrata Madonnina del Coren, nei Comuni di San Pellegrino-Brembilla alla Corna Camoscera. Ancora: il sentiero attrezzato della Scarettone, che si prende dai Piani Resinelli, sulla Grigna Meridionale; il sentiero attrezzato dei Mughi alla Cima Caldoline al Passo del Maniva e la ferrata al Pizzo Badile Camuno.

Le Guide Alpine lombarde segnalano inoltre che lo stato dell’attrezzatura della via ferrata al Sentiero dei Fiori, nel Gruppo dell’Adamello, è in cattive condizioni. Pertanto per percorrere l’itinerario sono necessarie adeguate capacità alpinistiche.

Il Cai di Calolziocorte ha invece già provveduto allo smantellamento del sentiero attrezzato del Gallavesa sulle montagne lecchesi, all’Orrido di Gallavesa, territorio di Somasca ed Erve, data l’inagibilità emersa dai rilievi di questo lavoro.

A seguito dei sopralluoghi, le Guide Alpine Lombardia hanno già provveduto alla sistemazione della ferrata Minonzio allo Zuccone Campelli. Sono invece in programma altri interventi fino ad esaurimento delle risorse disponibili nell’ambito di questo progetto: sistemazioni al Passo del Toro in Val Biandino, al sentiero della Direttissima e Traversata Alta in Grignetta e lo smantellamento della ferrata delle Marmere al Monte Spino. Per le altre situazioni critiche rilevate, i lavori di manutenzione sono rimandati ad altri stanziamenti destinati alle relative Comunità Montane.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)