CORSO A.M.M. – 6° MODULO

IMG-20170523-WA0024

18 maggio 2017: rieccoci tutti insieme per il 6° modulo del corso di formazione per accompagnatori di media montagna.

Ad aprire i lavori questa volta ci sono tre docenti del CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socio-economica e Ambientale) che ci accompagnano per due giorni nel complesso e fantastico mondo dell’interpretazione ambientale.

Materia peraltro sconosciuta alla maggior parte di noi…ma, attraverso lezioni teoriche e divertenti ed utili esercitazioni pratiche, ci rendiamo subito conto di come comunicare in maniera efficace, ad ogni livello, e ad un pubblico sempre più vasto sia oggi uno degli aspetti più importanti di qualunque strategia per la salvaguardia e la valorizzazione del territorio e del patrimonio naturale e culturale.

Il terzo giorno ritroviamo con piacere Marco e Mauro che, tra lezioni teoriche di botanica e zoologia ed escursioni in ambiente ci portano sempre più ad approfondire questi importanti e appassionanti argomenti.

IMG-20170523-WA0035

Domenica 21 maggio ci raggiunge Mariano. Con lui il tempo corre davvero veloce, e dopo aver lavorato per tutta la mattina in aula, subito dopo pranzo si parte per i Piani dei Resinelli dove sperimentiamo sul campo una serie di interessanti e divertenti esercizi dedicati al Fitness in montagna.

Il corso si conclude con la giornata dedicata al Nordic Walking… come vi avevamo anticipato nelle “puntate precedenti” si è svolto nel corso di questo modulo l’esame per diventare istruttori. Altre opportunità si aprono per cominciare a gettare le basi per iniziare un nuovo ed appassionante percorso professionale!

22 maggio: è già ora di tornare a casa, il tempo vola durante le lezioni. Con le menti cariche di insegnamenti e di spunti preziosi ci diamo appuntamento in Val Masino, dove a giugno ci ritroveremo per il settimo modulo.

(Daniele Frigerio)

CORSO A.M.M. – QUINTO MODULO

DSC_0362

Botanica, zoologia, leggi e responsabilità dell’accompagnamento e tecnica di conduzione in sicurezza, questi i temi trattati durante il 5° modulo del corso per Accompagnatori di Media Montagna che si è svolto a Navazzo di Gargnano (BS) dal 6 al 10 aprile u.s.

Tra lezioni teoriche ed escursioni nel parco dell’alto Garda bresciano, i 18 corsisti sono giunti a metà del lungo e sempre più appassionante percorso che si concluderà ad ottobre 2017. Primi due giorni con l’avvocato Claudio Mattina che ha presentato un argomento a volte sottovalutato ma che invece è di notevole importanza: le leggi e la responsabilità nell’accompagnamento. Interessante la parte di conduzione sul terreno rapportata alle responsabilità che ne derivano a seconda di come questa venga effettuata.
Durante le escursioni, aiutati dal meteo sempre favorevole, abbiamo avuto modo, con i docenti Marco Caccianiga e Mauro Gobbi di continuare la scoperta della flora e della fauna del parco che ci ha regalato una gran varietà di fioriture nonché uova di rana temporaria e larve di salamandra.
La giornata trascorsa con Mauro Gobbi è stata particolarmente fortunata e ci ha permesso di ascoltare le voci di molti uccelli e di avvistare uno splendido gheppio che ci ha regalato la sua famosa e particolare manovra di volo denominata “spirito santo”.

DSC_0289

Nel corso dell’ultimo giorno, gli Istruttori G.A. Vanni Spinelli e Matteo Piccardi ci hanno fornito elementi molto importanti sulla tecnica di camminata su terreni di vario tipo e hanno introdotto il tema della conduzione in sicurezza di un gruppo di escursionisti sui sentieri.

Non è mancato nemmeno un po’ di allenamento di nordic walking, in preparazione alle prove di valutazione imminenti, con il nostro direttore, Daniele Frigerio. Insomma, le giornate si susseguono sempre molto intense e il modulo giunge al termine velocemente lasciandoci con la voglia di approfondire tutte le materie affrontate e di ritrovarci presto ai piedi delle Grigne, dove, nel mese di maggio si svolgerà il 6° modulo.

(Allievi Corso A.M.M. 2016-2017)

CORSO A.M.M. – QUARTO MODULO

DSC_0656

Dopo la lunga pausa invernale si è concluso positivamente lunedì 13 marzo u.s. il 4° modulo del corso per Accompagnatori di Media Montagna che si è tenuto presso l’Oasi di Baggero (CO) dal 9 al 13 marzo 2017.
Il modulo, che fa seguito al percorso intrapreso nel 2016, ci ha visto di nuovo impegnati con tematiche “vecchie e nuove” quali topografia, orientamento, geologia e comunicazione e gestione del gruppo.
Inoltre lunedì 13 marzo siamo stati ospitati dal 118 di Villaguardia dove abbiamo speso l’intera giornata in compagnia del personale che opera quotidianamente con l’obiettivo di garantire 24 ore al giorno una risposta adeguata alle situazioni di urgenza o emergenza. Grazie a tutti loro abbiamo avuto l’opportunità di addentrarci nel complesso mondo della gestione delle emergenze in montagna.
Cogliamo l’occasione per ringraziare tutte le persone che hanno dato la loro disponibilità nel corso della giornata e per fare un ringraziamento particolare a Guido Caironi, infermiere e AMM, che ha reso possibile l’iniziativa!
Ci incamminiamo così verso il 5° modulo, che segnerà la metà del nostro cammino verso questa nuova e sempre più affascinante professione, con sprone sempre maggiore a continuare con determinazione sulla strada intrapresa.

(Daniele Frigerio)

CORSO AMM 2016 – terzo modulo

download

Dal 3 al 7 Novembre 2016 si è tenuto a Ponte di Legno il terzo appuntamento del corso per Accompagnatori di Media Montagna. Questa volta eravamo ospiti del Centro Formativo Provinciale “Giuseppe Zanardelli” dove abbiamo avuto a disposizione aule ben attrezzate e stanze confortevoli. Nonostante le giornate piovose, la permanenza a Ponte di Legno è stata molto piacevole: abbiamo trovato grande ospitalità e voglia di accogliere persino in un mese non molto “gettonato” per le presenze in montagna.

Continue reading

CORSO AMM 2016 – primi moduli

download
14 settembre 2016

Primo giorno di scuola per i 22 aspiranti accompagnatori di media montagna che partecipano al 10° corso di formazione … E come per tutti i primi giorni di scuola che si rispettino, un po’ di emozione c’è sempre. È il presidente del Collegio Nazionale Guide Alpine Regione Lombardia, Luca Biagini a rompere subito il ghiaccio dandoci il benvenuto insieme al direttore del corso, Daniele Frigerio, e al direttore tecnico, Vanni Spinelli.

Continue reading

GUIDE ALPINE – AIGAE

Amm (foto Luca Maspes)

Aigae ancora all’attacco, Guide Alpine Italiane: inutile gridare alla casta, la legge c’è e difende la qualità della professione.

Il Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane (Conagai) accoglie con sconcerto il nuovo atto di accusa dell’Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche (Aigae). La querelle, in cui ancora una volta siamo chiamati a intervenire per dovere di chiarezza nei confronti del largo pubblico, che è utenza finale dell’accompagnamento in montagna, nonché nei confronti dei nostri stessi iscritti che il Collegio rappresenta, sta assumendo sempre più i connotati di “un litigio da bar”.

Convinti che questo modo di procedere, offensivo e calunnioso, non sia appropriato e rispettoso di tutti i professionisti chiamati in causa, non entriamo nel merito di temi trattati a mezzo stampa solo pochi mesi fa e ancora una volta totalmente travisati nella verità dei fatti. Alle illazioni e alle provocazioni lasciamo rispondere le sentenze dei tribunali, le ultime anche recentissime, datate 2016.

Le Guide Alpine Italiane sono molto serene, non solo perché certe di aver sempre avuto un comportamento corretto nel tavolo di lavoro aperto con Aigae, ma anche perché forti di una legge, chiara e inequivocabile.

La legge 6/89, che regola la professione, dice che l’escursionismo in montagna è riservato alle Guide Alpine e agli Accompagnatori di Media Montagna. Un’esclusiva, a fronte di un impegnativo e faticoso iter formativo, che ha come scopo la garanzia di standard qualitativi stabiliti a livello internazionale e la sicurezza pubblica nell’ambito di un’attività in cui esistono rischi oggettivi, e non un retaggio di corporativismi medievali come si vuole far credere.

Convinti della necessità di un emendamento del testo di legge del 1989, da anni il Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane è impegnato per un suo ammodernamento, che riguarda non solo l’escursionismo, e che è ora in discussione in parlamento. Ciò nonostante e comunque si valuti la legge, finché esiste essa rimane tale, e quindi non un suggerimento, ma un insieme di disposizioni da rispettare, anche per evitare di commettere il reato di esercizio abusivo di una professione protetta.

Il Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane, oltre a garantire che i propri professionisti offrano standard qualitativi stabiliti a livello internazionale, a tutela dell’utente e in qualità di ente pubblico, è chiamato dalla legge a denunciare chi esercita abusivamente la professione. Tale compito è già esercitato con attenzione e scrupolo, e per il futuro il Conagai sarà ancora più sollecito nel perseguirlo.

Resta infine valido quanto scritto nell’accordo tra Conagai – Aigae, siglato il 22 settembre 2015 e ratificato tramite lettera di intenti, che stabilisce inequivocabilmente che le Guide Aigae che volessero operare in montagna debbano rientrare nel Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane, ovvero uniformarsi agli standard della figura professionale degli Accompagnatori di Media Montagna, tramite apposite modalità di verifica delle competenze. Saranno favoriti in tutti i modi i processi di confluenza all’interno di Conagai al fine non solo di preservare la continuazione del lavoro delle Guide Ambientali, ma anzi di poterlo esercitare nel rispetto delle leggi attuali.

(Ufficio stampa Guide Alpine italiane)

LUCA BIAGINI RIELETTO PRESIDENTE GUIDE ALPINE LOMBARDIA

Il presidente delle Guide Alpine lombarde Luca Biagini (foto Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

Luca Biagini, rieletto Presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia.
(foto L.Maspes)

 

SONDRIO – Luca Biagini è stato rieletto presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia. Le Guide lombarde hanno votato nel gennaio scorso il nuovo direttivo, l’organo che le rappresenta a livello regionale, che ha poi provveduto alla nomina del nuovo presidente e delle altre cariche di governo.

Le Guide Alpine, in qualità di professionisti della montagna, devono svolgere un ruolo importante nel mondo delle alte quote, che in Lombardia ricoprono il 40% del territorio regionale – ha detto Biagini -. In questo nuovo mandato da presidente, che sarà sicuramente anche l’ultimo mio periodo di impegno all’interno del Collegio regionale delle Guide, continuerò a lavorare nella direzione presa già negli anni scorsi, verso un’azione di promozione della montagna frequentata con coscienza e consapevolezza. Le risorse che abbiamo a disposizione sono sempre più limitate, cercheremo tuttavia di continuare a proporre iniziative rivolte al largo pubblico che mirino a una maggiore diffusione della cultura di montagna e che mettano in evidenza il grande valore turistico di questo territorio e dell’opera delle Guide Alpine e degli Accompagnatori di Media Montagna”.

Il nuovo direttivo del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia, dopo aver confermato Biagini alla presidenza, ha eletto Fabrizio Pina vicepresidente. Oltre a loro del direttivo fanno parte altri 8 membri: Daniele Fiorelli, Michele Maggioni, Gianluca Maspes, Jacopo Merizzi, Davide Spini, Mario Vannuccini, come rappresentanti delle Guide; Simone Porta come rappresentante degli Aspiranti Guide Alpine, e Daniele Frigerio degli Accompagnatori di Media Montagna. Infine Andrea Sarchi è stato confermato presidente della Commissione tecnica.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

NUOVI DIPLOMATI – COLLEGIO GUIDE LOMBARDIA

MILANO – Sono stati consegnati ieri a Palazzo Regione Lombardia i diplomi delle 9 nuove Aspiranti Guide Alpine e dei 18 nuovi Accompagnatori di Media Montagna. La cerimonia di consegna è avvenuta alla presenza di Antonio Rossi, Assessore allo Sport e alle Politiche per i Giovani, di Luca Biagini, presidente del Collegio Guide Alpine Lombardia.

Le nuove Guide e i nuovi Accompagnatori hanno seguito il corso formativo negli anni 2014/2015 e hanno sostenuto gli esami di abilitazione lo scorso ottobre. Ieri pomeriggio, al 39esimo piano di Palazzo Regione Lombardia, si è tenuta la cerimonia di consegna dei diplomi. Erano presenti oltre all’Assessore e al presidente del Collegio lombardo, anche i direttori dei corsi Andrea Sarchi e Daniele Frigerio, e il presidente del Collegio Nazionale delle Guide Alpine Italiane, Cesare Cesa Bianchi, che nell’occasione ha anche consegnato il titolo di Guida Alpina ad honorem al dottor Antonio Galluccio.

Il percorso fatto per giungere al risultato dell’abilitazione è lungo difficile ed oneroso – ha detto il presidente delle Guide lombarde, Luca Biagini -. Regione Lombardia da un grosso contributo a chi intraprende questo cammino ed è giusto ricordarlo ed esserne consapevoli. La passione è ciò che ha spinto fino a questo punto questi nuovi 27 professionisti, il mio augurio e consiglio è di seguire anche d’ora in avanti, nelle scelte professionali, questa passione, che sarà la chiave del successo e di una vita felice.

Sono molto contento che la consegna dei diplomi sia avvenuta al 39esimo piano di Palazzo Regione Lombardia – ha dichiarato l’Assessore Antonio Rossi -, perché è un posto d’onore, il salone più bello. E questo perché vogliamo dare importanza all’evento. Regione Lombardia sta dando una grossa mano alla formazione delle Guide Alpine e degli Accompagnatori di Media Montagna, perché sono i professionisti della montagna e noi vogliamo investire sulla montagna, e quindi su di loro”.

GuideAlpine_2015_Lombardia

I nuovi Aspiranti Guida Alpina insieme a Luca Biagini, Andrea Sarchi e l’Assessore Antonio Rossi.
(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

Le nuove Aspiranti Guide sono: Edoardo Albrighi (25/06/1985, Londra), Enrico Domenighini (15/07/1968, Brescia), Ruggero Falvo (18/06/1969, Trento), Andrea Ferrari (21/05/1976, Cittiglio, provincia di Varese), Claudio Migliorini (02/04/1981, Mantova), Marco Taboni (15/07/1976, Breno provincia di Brescia), Emanuele Tizzoni (15/11/1978, Cuggiono, provincia di Milano), Andrea Tocchini (26/08/1988, Brescia) e Giulia Venturelli (17/06/1990, Brescia).

AMM_GuideAlpine_diplomi_2015

I nuovi Accompagnatori di media Montagna insieme a Luca Biagini, Daniele Frigerio e l’Assessore Antonio Rossi.
(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

I nuovi Accompagnatori di Media Montagna sono: Davide Bavera (06/03/1978, Tradate provincia di Varese), Luca Colli Tibaldi (26/06/1969, Vigevano provincia di Pavia), Giuseppe Sante Daccomi (20/08/1967, Milano), Carla Dionisi (17/06/1969, Brescia), Roberto Fusari (30/11/1969, Pavia), Marco Gatti (13/08/1971, Monza), Davide Gazzola (9/07/1982, Milano), Igor Grigis (5/07/1981, Melzo, provincia di Milano), Francesca Laini (14/05/1976, Brescia), Marco Masserini (20/05/1981, Bergamo), Luca Alessandro Oliverio (31/07/1982, Casorate Primo, provincia di Pavia), Andrea Panighetti ( 27/03/1972, Milano), Giovanna Prennuschi (28/09/1963, Milano), Andrea Ravarini (3/12/1980, Brescia), Paolo Regazzetti (23/07/1976, Melzo, provincia di Milano), Riccardo Rossi (24/12/1982, Catania), Francesco Giuseppe Simioni (27/08/1972, Legnano, provincia di Milano) e Ottavio Zani nato (20/12/1979, Edolo, provincia di Brescia).

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)