IN FALESIA CON LE GUIDE ALPINE

SONDRIO – Vi piacerebbe provare l’arrampicata su roccia? Oppure sapete già arrampicare ma vorreste approfondire la tecnica con l’aiuto del professionista? Il 30 settembre è il giorno giusto per farlo. In cinque diverse falesie della Lombardia le Guide alpine offrono arrampicate gratuite per tutto il giorno, dalla mattina al tardo pomeriggio. L’iniziativa, che replica il grande successo dell’anno scorso, è promossa dal Collegio Guide Alpine Lombardia e da Regione Lombardia e ha lo scopo di diffondere un corretto approccio all’arrampicata in falesia, quindi di fare formazione per la prevenzione degli incidenti e fruire al meglio del patrimonio comune delle falesie lombarde.

cividate1

Gli argomenti delle lezioni saranno la tecnica di arrampicata (schemi motori, fondamentali dell’arrampicata e progressioni) e le tecniche di sicurezza (uso corretto del materiale, nodi e tecniche di assicurazione). Il messaggio che la giornata si propone di diffondere è che anche in un ambiente ben attrezzato come una falesia, comprese quelle restaurate in modo impeccabile, gli utilizzatori sono responsabili della propria protezione che non può mai essere demandata e pertanto devono conoscere tutte le tecniche necessarie per un utilizzo corretto delle attrezzature.

Le lezioni sono gratuite e aperte a tutti, principianti e non. L’anno scorso all’iniziativa hanno partecipato quasi 200 iscritti e centinaia di persone presenti ad assistere.

Cinque i luoghi di quest’anno, di cui 2 in territorio lecchese interessati nei mesi scorsi dal progetto di valorizzazione delle falesie lecchesi, promosso da Regione Lombardia insieme alle Guide alpine della Lombardia e alle Comunità montane del Lario Orientale e della Valsassina.

- Galbiate (LC)
- Introbio (LC)
- Sirta (SO)
- Cividate Camuno (BS)
- Onore (BG)

L’arrampicata non è un’attività esente da pericoli – spiega Fabrizio Pina, presidente Guide alpine Lombardia -. Gli interventi messi in atto nel progetto di valorizzazione delle falesie lecchesi, ovvero la bonifica e la chiodatura di 9 siti d’arrampicata, sono stati degli interventi importanti che hanno abbassato notevolmente i rischi, ma non li hanno eliminati totalmente, in quanto questo non è possibile, non dobbiamo mai dimenticare che siamo su terreno naturale, soggetto ad un inevitabile processo di modificazione nel corso del tempo. Sarebbe un grosso errore assimilare questi siti a impianti sportivi. E’ invece molto importante approcciarsi con consapevolezza, preparazione e atteggiamenti opportuni a questa bellissima attività nelle Nostre belle falesie Lecchesi che dopo questi interventi di manutenzione vivono un ottimo stato di salute.

Dopo i progetti sui comprensori, i rifugi e la sentieristica, con la valorizzazione delle falesie lecchesi (con un contributo regionale di 450mila euro) si è aggiunto un altro tassello al nostro operato che sottolinea ancora una volta l’importanza del ruolo della montagna da noi sempre riconosciuto -  dichiara l’Assessore allo Sport e Politiche per i Giovani Antonio Rossi -. Regione Lombardia prosegue quindi concretamente il suo impegno a favore della promozione della montagna come ambiente e delle sue professioni collegate sostenendo le iniziative delle realtà del nostro territorio. Invito tutti a cogliere quest’opportunità di immergersi nella natura del nostro territorio e provare l’emozione di toccare con le proprie mani le pareti delle nostre falesie affiancati dagli esperti del Collegio Guide Alpine Lombardia, i nostri veri e propri professionisti della montagna.

Nella giornata del 30 settembre le Guide Alpine e gli Aspiranti Guide forniranno a coloro che ne fossero sprovvisti tutti i materiali necessari alla scalata: scarpette, imbrago e casco. La giornata comincerà in ogni falesia alle ore 9 e si chiuderà alle 17. Possono partecipare anche i minori di età superiore ai 10 anni, purché accompagnati da un genitore o da un tutore legale.

Per aderire all’iniziativa è necessario iscriversi inviando email alla segreteria del Collegio Lombardo all’indirizzo segreteria@guidealpine.lombardia.it, indicando nome, cognome ed età del partecipante, numero di scarpe e falesia scelta. La segreteria invierà risposta di ricevuta iscrizione e fornirà dettagli circa il luogo del ritrovo.

L’evento rientra nel programma di promozione della montagna sostenuto dall’Assessorato Sport e Politiche per i giovani di Regione Lombardia e dal Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia. Il programma ha tra gli obiettivi quello di facilitare l’auto-protezione dell’utente e la fruizione consapevole degli spazi naturali della regione; nonché di diffondere un corretto approccio alle attività all’aria aperta: requisito primo per la sicurezza personale nell’intraprendere qualsiasi attività in ambiente naturale.

Sul sito delle Guide alpine italiane (www.guidealpine.it) potrete inoltre trovare i consigli delle Guide alpine per l’arrampicata in falesia: un vademecum di azioni consigliate prima e durante l’attività.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

ESAMI ABILITAZIONE REGIONALE A.G.A. – A.M.M.

Aspiranti Guida Alpina.
Dal 16 al 19 ottobre 2017 in località Bormio (SO) si svolgeranno gli esami di abilitazione per Aspirante Guida alpina Ciclo formativo 2016/2017.
In allegato il decreto regionale e la domanda di partecipazione.

DD 8527 ASPIRANTE GUIDA
Domanda esami Aspiranti Guida alpina

Accompagnatori di media montagna.
Dal 24 al 27 ottobre 2017 in località Bratto (BG) si svolgeranno gli esami di abilitazione per Accompagnatore di media Montagna Ciclo formativo 2016/2017.
In allegato il decreto regionale e la domanda di partecipazione.

DD 8528 ACCOMP MEDIA MONTAGNA
Domanda esami abilitaz. AmM

“LEGATI DA INTREPIDA PASSIONE” FINO AL 2 LUGLIO

Schermata 2017-06-08 alle 22.01.03

Il Collegio Guide Alpine Lombardia e il Comune di Sondrio con piacere informano che, a seguito delle numerose richieste e visto il successo di pubblico che ha visitato la mostra “Legati da intrepida passione”, inaugurata a Castello Masegra il 3 maggio, l’apertura dell’esposizione verrà prorogata di un mese.

La mostra, quindi, chiuderà domenica 2 luglio, mantenendo dal lunedì al venerdì gli stessi orari, mentre sabato e domenica seguirà i seguenti nuovi orari: 9.30-12.30 e 15.00-18.00.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

FALESIE LECCHESI – LAVORI IN CORSO

Falesia di Versasio (Lc)(foto Pietro Corti)

Falesia di Versasio (Lc)
(foto Pietro Corti)

LECCO — Tra fine aprile e metà maggio sono iniziati i lavori di restauro delle celebri falesie intorno alla città di Lecco: Galbiate, Versasio, Introbio, Vaccarese, Civate, Rocca di Baiedo, Sasso di Introbio, Campelli e Masone. Le opere, in corso fino a fine giugno, si svolgono nell’ambito del progetto di valorizzazione del Sistema delle Falesie Lecchesi promosso da Regione Lombardia con la partecipazione di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Lecco.

Il 28 aprile le prime opere di manutenzione sono partite nella Falesia di Galbiate attualmente totalmente chiusa, come la falesia di Versasio, dove il cantiere si è aperto il 2 maggio. I lavori vengono effettuati anche nei giorni festivi: al termine dei restauri in parete è prevista la rifinitura delle opere boschive alla base dei settori.

L’11 maggio sono iniziate anche le manutenzioni delle falesie del Sasso di Introbio, Campelli e Masone, mentre entro fine maggio partiranno alla Rocca di Baiedo, a Vaccarese e a Civate.

La cartellonistica apposta in loco informa gli arrampicatori dei giorni precisi di chiusura di tutta la falesia o di alcuni suoi settori. Le aree si intendono interdette fino a nuovo avviso.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

CAMMINAFORESTE LOMBARDIA

Ersaf_banner-1920x800 (1)

42 giornate di cammino, 48 tappe, per un totale di 700 km, dall’11 giugno al 22 luglio 2017, attraverso il territorio regionale.
In questi dati si condensa CamminaForeste Lombardia 2017, l’evento che ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all’Agricoltura e alle Foreste), in partenariato con il Collegio Guide alpine Lombardia, organizza nell’Anno internazionale del turismo sostenibile per lo sviluppo.
Con CamminaForeste Lombardia 2017 ERSAF intende far conoscere e promuovere le 20 Foreste di Lombardia e il Parco dello Stelvio, la loro biodiversità, i valori che rappresentano e trasmettono attraverso l’incontro con le persone che vi abitano, il loro lavoro e i loro prodotti, le buone prassi di gestione e le potenzialità di crescita. Per favorire lo sviluppo di queste aree in direzione di un turismo ecosostenibile.

Accedi al sito http://www.camminaforestelombardia.it per saperne di più.

PROGETTO FALESIE LECCHESI: VERSASIO E GALBIATE

Sono iniziati il 28 aprile e il 2 maggio i lavori di restauro nelle falesie di Galbiate e Versasio. Le opere si svolgono nell’ambito del progetto di valorizzazione del Sistema delle Falesie Lecchesi, promosso da Regione Lombardia con la partecipazione di Comunità Montana Lario Orientale Valle San Martino, Comunità Montana Valsassina Valvarrone Val d’Esino e Riviera, Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, Comune, Provincia e Camera di Commercio di Lecco.
GALBIATE

Falesia di Galbiate (LC)
(foto Pietro Corti)

Il 28 aprile sono cominciati i lavori presso la Falesia di Galbiate: fino a nuovo avviso restano chiusi totalmente i settori “L’isola dei famosi”, “Black macigno”, “Anfiteatro”, “Belpaese”, “Placconata”, “Rovine”. Rimangono invece agibili gli altri settori, fino a nuovo avviso: “Oasi”, “Quattro tracce”, “Orecchia”, “Cinque scorpioni”, “Muro giallo”.

Sono previsti lavori di disgaggio, pertanto si chiede di rispettare rigorosamente la segnaletica di cantiere e di non accedere in alcun modo ai settori chiusi, così come al parcheggio della cava, ugualmente chiuso. Una volta terminati i lavori in parete, effettuati anche nei giorni festivi, seguirà la rifinitura delle opere boschive alla base di settori e pertanto la falesia subirà una chiusura totale per un breve periodo.

Il 2 maggio sono partiti i restauri anche nella falesia di Versasio, dove l’accesso è interdetto totalmente. Anche in questo caso i lavori vengono effettuati anche nei giorni festivi. Non appena terminati i lavori in parete, seguirà la rifinitura delle opere boschive alla base dei settori.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

INAGURAZIONE MOSTRA GUIDE ALPINE LOMBARDIA

Pubblico all'apertura della mostra della guide

SONDRIO – Si è aperta mercoledì 3 maggio a Sondrio la mostra organizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia “Legati da intrepida passione – I mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro”. Tante persone hanno partecipato all’inaugurazione che si è tenuta al Castello Masegra alla presenza del presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina e dell’Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio Marina Cotelli.

L’esposizione fotografica realizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia raccoglie 100 scatti che mettono in luce lo speciale rapporto che unisce Guide e clienti in montagna.

Le fotografie sono le tracce fisiche di momenti unici – ha detto il presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina -, che le Guide vivono in montagna con i loro compagni di cordata. Come Collegio abbiamo voluto organizzare questa mostra per dare risalto e far conoscere quello che è forse l’aspetto più bello della nostra professione: l’insegnamento come trasmissione di una conoscenza e la condivisione di emozioni che spiegano il desiderio e la ragione dell’andare in montagna”.

Marina Cotelli, Fabrizio Pina e Jacopo Merizzi

La mostra, inaugurata ieri presso il Castello Masegra di Sondrio dove resterà fino al 4 giugno ad ingresso libero, rientra nel progetto “AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata”, che vede tra i suoi partner lo stesso Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, il Comune di Sondrio, la Fondazione Cariplo e il Politecnico di Milano.

La mostra dedicata al rapporto tra Guida Alpina e cliente – ha detto Marina Cotelli, Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio – racconta, in modo paradigmatico, come tra passione, lavoro, amatorialità la montagna possa appartenere a tutti. Questo terzo appuntamento nel percorso verso il progetto espositivo che sarà dedicato all’alpinismo, all’arrampicata e all’avventura è il più fedele allo spirito di Museum Hub AAA: contenitore di idee e di stimoli che avrà tanto più successo quanto più saprà raccontare una montagna affrontabile, vera, quotidiana, poco epica e vissuta anche con divertimento e voglia di sperimentare.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

MOSTRA “LEGATI DA INTREPIDA PASSIONE”

locandina_mostra_ legati_da_intrepida_passione

SONDRIO – Un’esposizione fotografica realizzata dal Collegio regionale Guide Alpine Lombardia dedicata allo speciale rapporto che unisce Guide e clienti in montagna. Legati da intrepida passione – I mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro” si inaugura il 3 maggio, presso il Castello Masegra di Sondrio: saranno presenti il presidente delle Guide lombarde Fabrizio Pina e l’Assessore alla Cultura e all’istruzione del Comune di Sondrio Marina Cotelli.

La mostra rientra nel progetto AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata”, il centro dedicato alla montagna che aprirà al Castel Masegra nella primavera 2018.

L’esposizione fotografica porta in scena 100 scatti che colgono l’essenza della professione: la trasmissione della conoscenza dell’andare per monti ma anche la condivisione di esperienze uniche, perché sempre diverse, con “clienti” che sono anche compagni di avventura e col tempo amici.

La mostra “Legati da intrepida passione – i mille volti dell’avventura in ambiente verticale raccontati in cento scatti delle Guide alpine al lavoro” è esposta al Castello Masegra di Sondrio (in via de Capitani, 5) dal 3 maggio al 4 giugno.

Nella veste di Guida alpina ho attraversato e scalato montagne di ogni continente con ‘compagni – clienti’ non meno interessanti dei mille paesaggi che stavo attraversando – ha spiegato Jacopo Merizzi, curatore della mostra per il Collegio lombardo delle Guide -. Colleghi d’avventura dai cento volti con cui ho condiviso gioie e dolori, spaventi e dubbi, successi e scoperte: sensibilissimi come me al fascino dell’ignoto, alla natura più selvaggia ed esclusiva. È grazie a loro se noi Guide possiamo dedicarci alla montagna, all’esplorazione e all’avventura, ed è per questo che a loro abbiamo voluto dedicare questa mostra fotografica”.

La mostra, ad ingresso gratuito, si inserisce nel progetto “AAA Museum Hub – Avventura, Alpinismo, Arrampicata” che aprirà proprio al Castel Masegra di Sondrio nel 2018 e che vede tra i suoi partner lo stesso Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia, il Comune di Sondrio, la Fondazione Cariplo e il Politecnico di Milano.

L’inaugurazione è aperta a tutti e si terrà il 3 maggio alle ore 18.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)

GIOVANNI AMBROSETTI (1964-2017)

16735292_10211820715184496_1650094600_o

Ciao Giovanni,
alcuni di noi ti conoscevano da molti anni, altri da pochi mesi, ci siamo incontrati poco più di un anno fa per un progetto che avevi in mente da parecchio tempo, quello di riunire sul nostro territorio tutte le Guide Alpine al fine di creare un gruppo di professionisti della montagna.
Fin da subito abbiamo apprezzato il tuo entusiasmo per questa idea, come nei molti incontri ed uscite che abbiamo fatto insieme, abbiamo ammirato le tue smisurate capacità e competenze sul mondo della montagna.
Fino a pochi giorni fa nelle nostre conversazioni, volevi essere aggiornato sul progetto, e soprattutto continuavi a dispensare a tutti noi i tuoi preziosi consigli.
Grazie per averci indicato la strada, continueremo con passione ed entusiasmo, attraverso i tuoi insegnamenti e i tuoi pensieri.
Ci mancherai tanto, i tuoi amici e colleghi di ProUp.

(Andrea Ferrari, A.Guida Alpina)

MILANO – EVENTO IN PIAZZA E NUOVE GUIDE ALPINE

IMG_3027

MILANO – Circa 360 persone calate dall’ottavo piano del Palazzo della Regione e altrettante prove di arrampicata sulla parete attrezzata nella Piazza Città di Lombardia. È stato un grande un successo di pubblico la terza edizione dell’evento a Milano delle Guide Alpine della Lombardia, organizzato sabato e domenica scorsa in collaborazione con l’Assessorato allo Sport e alle Politiche per i giovani per promuovere lo sport, la montagna e le sue professioni. Venerdì sera 16 dicembre, sempre al Palazzo della Regione, sono stati consegnati i diplomi a 9 nuove Guide Alpine.

La due giorni milanese, aperta al pubblico e completamente gratuita, si è svolta il 17 e il 18 dicembre nella modernissima piazza coperta di Città di Lombardia. Circa 360 persone, di età compresa tra i 5 e gli 80 anni, si sono cimentate in emozionanti calate dai piani alti del Palazzo della Regione, e hanno provato l’arrampicata su una parete di 8 metri, seguendo l’insegnamento e i consigli delle Guide Alpine. Oltre all’Assessore Antonio Rossi, che ha sperimentato personalmente la calata, anche il Presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni è voluto passare a salutare personalmente le Guide.

IMG_2917

Siamo molto contenti – ha detto Antonio Rossi, Assessore allo Sport e alle Politiche per i giovani di Regione Lombardia -, l’iniziativa si conferma gradita al largo pubblico. Eventi come questo sono uno strumento per avvicinare la montagna alla città e far conoscere i suoi professionisti quali sono appunto le Guide Alpine. Con molto piacere tra l’altro venerdì scorso abbiamo diplomato 9 nuove Guide, una figura professionale importante per diffondere la cultura della montagna oltre che l’unica abilitata dalla legge ad accompagnare e ad insegnare le attività dell’alpinismo.

Venerdì 16 dicembre infatti, presso l’Auditorium Testori della Regione, 9 Aspiranti Guide sono state diplomate Guide Alpine della Lombardia. Sono i bergamaschi Michele Alebardi di Sarnico e Marco Rocchetti di Gazzanica; i lecchesi Raffaele Cargasacchi di Lecco e Eugenio Galbani di Pasturo; i valtellinesi Elia Andreola di Valfurva, Giacomo Casiraghi di Sondrio, Simone Porta di Tirano e Francesco Valgoi di Valdidentro. Infine Stefano Pizzagalli di Dongo, in provincia di Como.

Le 9 nuove Guide Alpine Lombardia

Faccio un grande in bocca al lupo ai miei colleghi e mi congratulo con loro – ha detto Fabrizio Pina, presidente del Collegio regionale Guide Alpine Lombardia -. Diventare Guida Alpina non è semplice, richiede anni di impegno e preparazione. Anche per questo è importante che la nostra professione sia valorizzata e fatta conoscere al largo pubblico, attraverso occasioni come l’evento in piazza dello scorso weekend a Milano”.

Foto dell’evento in piazza nella pagina FB Collegio Regionale Guide Alpine Lombardia.

(Ufficio stampa Guide Alpine Lombardia)